Backup conversazioni WhatsApp: come salvare le chat?

Se è vero che: “La prudenza non è mai troppa” è il caso che inizi a preoccuparti e ad attrezzarti per effettuare il backup delle conversazioni WhatsApp. Può capitare molto spesso, infatti, di smarrire il telefono, romperlo o avere dei problemi con il software, tali da compromettere la memoria e l’archivio con le chat delle nostre conversazioni.

Ecco quindi come fare, sia che si disponga di uno smartphone con sistema operativo Android che di uno con sistema operativo iOS.

Questa guida serve per spiegare come salvare le conversazioni, salvare le foto, i video e le note audio ricevute. Iniziamo con il dirvi che è possibile utilizzare o qualche app dedicata, o il software di gestione dello smartphone da pc o, ancora, copiando e incollando i file contenuti nelle rispettive cartelle all’interno dello smartphone. Salvo diverse indicazioni, infatti, WhatsApp salva automaticamente le foto, i video e le note audio ricevute, aperte e ascoltate, in cartelle dedicate. Accedendo ad esse è possibile visualizzare questi contenuti, anche senza passare dalle conversazioni sull’app, e decidere se tenerle, condividerle o salvarle in qualsiasi modo.

Qualunque siano i contenuti che si vogliono salvare ti consigliamo di effettuare in maniera regolare il backup. WhatsApp permette di farlo automaticamente senza che te ne renda conto. Si spera sempre che non vi si debba ricorrere, ma qualora dovesse servire sarete profondamente grati a questa opzione.

Come fare il backup conversazioni WhatsApp su Android?

Per tutti coloro che hanno un dispositivo Android la procedura per effettuare il backup delle conversazioni WhatsApp è molto semplice.

Bisogna aprire l’app di WhatsApp, quindi recarsi nel menu Impostazioni, da qui sul menu Chat e poi sulla voce Backup chat; premere a questo punto il comando Esegui backup per iniziare la procedura. Prima di premere sul tasto Esegui backup è bene controllare quale sia l’indirizzo email sul quale l’App salverà il backup. Inoltre è possibile settare altre opzioni, tra cui quella di effettuare automaticamente, a cadenza regolare, il backup, salvandolo sul proprio account di Google Drive.

Automaticamente, quando si apre nuovamente WhatsApp su un nuovo dispositivo (o dopo aver formattato il proprio) l’app riconosce automaticamente (se connesso alla rete) la presenza di un backup e chiederà la conferma per ripristinare l’ultimo in memoria.

Salvare le conversazioni WhatsApp su iPhone: come procedere?

La procedura per il backup delle conversazioni di WhatsApp sui dispositivi di Apple è praticamente identica: da Impostazioni bisogna recarsi sul menu Impostazioni chat quindi sulla voce Backup della Chat. Anche in questo caso si può impostare con quale frequenza effettuare un backup automatico ma, ovviamente, non è possibile farlo tramite Google Drive. In automatico, sui sistemi operativi iOS, il backup viene effettuato tramite l’account iCloud preimpostato. Anche in questo caso per ripristinare un vecchio backup è sufficiente installare l’applicazione, aprirla sul nuovo dispositivo, inserire il proprio numero di telefono e proseguire nella procedura di ripristino.

Articolo scritto da Mr. Nerd • 3 novembre 2017 • Guide smartphone e tablet

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *