iPhone non funziona: ecco come riattivarlo in pochi minuti

Molti possessori di iPhone si ritrovano spesso con gravi problemi di instabilità che rendono impossibile l’uso del melafonino: vediamo quali sono alcuni metodi funzionanti per risolvere questo dramma che affigge numerosi utenti.

iphone non funziona

In un blog per geek non possono mancare gli articoli dedicati agli iPhone, pertanto, se vi trovate nella situazione in cui il vostro telefono non si accende e sembra essere morto, provate a queste soluzioni! Prima di ricorrere ad un costoso tecnico riparatore, vediamo se è possibile risolvere la questione direttamente da casa, in pochi minuti e gratuitamente.

Di seguito troverete alcuni consigli utili e procedure da tentare non appena il vostro melafonino da segni di instabilità e sembra non funzionare più correttamente. Buona lettura!

Cosa fare se l’iPhone non da segni di vita?

Secondo una guida completa pubblicata da MelaRumors, se il vostro iPhone non si accende potrebbe essere un semplice errore software, piuttosto che hardware e che potete risolvere effettuando queste operazioni:

Riavvio

Provate a riavviare il dispositivo tenendo premuto il tasto di accensione, quello disponibile in alto a sinistra in ogni iPhone. Premetelo per circa 20 secondi ed osservate attentamente se riesce ad evidenziare qualche segno di vita. In caso contrario, passate al passo successivo.

Collegamento ad un caricabatteria

Qualora il primo non avesse avuto successo, il secondo tentativo riguarda l’uso di un caricabatterie da parete, originale Apple e perfettamente funzionante. Dovete collegare il telefono all’adattatore da parete e verificare che, nell’arco di 30 minuti inizia il processo di ricarica. In alcuni casi, la batteria è molto scarica pertanto è necessaria una ricarica per consentire all’iPhone di accendersi.

Sull’articolo viene anche consigliato di provare ad effettuare la ricarica utilizzando un caricabatterie più potente con uscita a 2.1A (ampere); per questa soluzione potrebbe essere utile un adattatore da parete per iPad, quelli da 10W o 12W forniti in dotazione con il tablet di Apple.

Ripristino con iPhone

Se nemmeno il secondo tentativo ha funzionato, non vi resta che provare a collegare l’iPhone ad un computer con l’ultima versione di iTunes: disponibile per Windows e Mac. Quindi, avviate iTunes e collegate l’iPhone tenendo premuto il tasto Home finché il programma non rileverà il dispositivo in modalità di recupero. Successivamente potrete procedere al ripristino. Vi ricordo che, ripristinando l’iPhone, saranno eliminati tutti i dati (foto, video, apps, contatti e messaggi) e il device ritornerà allo stato di fabbrica; inoltre, in fase di ripristino iTunes aggiornerà automaticamente il software del dispositivo se è disponibile una versione più recente e stabile.

E’ comunque consigliato effettuare un ripristino e quindi, formattare completamente l’iPhone, almeno ogni 2 anni soprattutto se utilizzate il dispositivo in maniera intensa tutti i giorni.

In ogni caso, vi consiglio di leggere l’articolo completo dalla fonte citata all’inizio di questo post affinché possiate conoscere altri metodi funzionanti per risolvere questa situazione qualora il vostro iPhone è rotto e non da segni di vita.

Articolo scritto da Mr. Nerd • 14 febbraio 2015 • Guide smartphone e tablet

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *