Come smontare un PC fisso? Attrezzi utili e riconoscere l’hardware

In un blog dedicato ai geek e amanti dell’informatica e delle nuove tecnologie, non poteva mancare una guida su come smontare un PC ed in particolare quali attrezzi sono necessari e come riconoscere l’hardware che troviamo all’interno di un computer. Nell’articolo troverai tante informazioni utili per ampliare le tue conoscenze a riguardo ed avere un minimo di preparazione per smontare un computer.

Gli americani direbbero “teardown”, cioè l’operazione di smontaggio pezzo per pezzo, di un dispositivo elettronico come smartphone o computer; infatti, è solita questa operazione subito dopo che un dispositivo viene rilasciato nel mercato, così da capire quali componenti sono state montate dal produttore. Ma nel nostro caso, potrebbe essere un’operazione utile per sistemarlo qualora non dovesse funzionare correttamente oppure se dobbiamo semplicemente pulirlo perché all’interno si è depositata molta polvere.

Come smontare un PC fisso?

Spiegare come smontare un PC portatile è un’operazione molto più complicata poiché potrebbero servire attrezzi particolari e i modelli sono molto differenti tra loro, quindi diventerebbe davvero difficile dirlo in maniera universale in un articolo di blog. Abbiamo chiesto un parere professionale ad Office Solutions – Riparazione PC e computer , su quali siano i passaggi principali per smontare in modo corretto un PC desktop, quali strumenti ti servono e come riconoscere la parti hardware più importanti soprattutto se dovrai riparare un computer che presenta dei problemi.

Gli attrezzi necessari

Solitamente, non è necessaria chissà quale attrezzatura particolare per poter smontare un computer. E’ sufficiente un normalissimo cacciavite a croce e uno fisso di media grandezza, che potrebbero risultare utili per rimuovere le viti del case o alcune schede PCI.

Nei case di ultima generazione, sia i pannelli del cabinet che le varie schede, sono spesso bloccate con dei sistemi a scatto, proprio per ridurre al minimo la ricerca di utensili e rendere più veloci le operazioni di montaggio/smontaggio dell’hardware.

Se devi testare il corretto funzionamento dell’alimentatore, potrebbe essere necessario un tester per ATX e magari procurati un pennello con setole morbide così potrai rimuovere eventuali residui di polvere.

Come aprire il case del PC?

Innanzitutto, la prima operazione da fare è quella di staccare il computer dalla presa elettrica spegnendo un’eventuale multipresa, l’interruttore I/O presente sul retro del case e scollegando completamente il cavo di alimentazione. Successivamente, scollega tutti i dispositivi che sono collegati quindi: altoparlanti, periferiche USB come stampanti, chiavette, tastiera e mouse.

Identifica sul retro del cabinet le viti o i fermi che mantengono i pannelli laterali del case, quindi rimuovili per accedere al vano con tutte le componenti del PC.

Foto di Lifewire

Riconoscere l’hardware del PC

Smontare un computer senza conoscere dove si mette mano è un’operazione eccessivamente pericolosa. Innanzitutto, cerca di essere delicato su ogni componente che andrai a toccare e fai attenzione a non danneggiare.

Di seguito, ti riporto in sintesi le componenti che comunemente si trovano in un PC fisso, così da poterle identificare.

Quella che vedi in basso è una scheda madre: sopra di essa vanno collegate le varie periferiche come CPU, RAM, lettore DVD, hard disk, ecc… .

Di seguito ti riporto un lettore DVD/CD o masterizzatore, collegabile alla scheda madre tramite cavo SATA o IDE.

 

Questi sono dei comunissimi banchi di memoria RAM.

La scheda video/grafica o GPU è una delle componenti più importanti del computer; si collega alla scheda madre ad incastro solitamente tramite l’interfaccia PCI o PCI Express.

Allo stesso modo dei masterizzatori, anche gli hard disk (immagine in basso) possono essere di tipo IDE o SATA. Se stai smontando un PC che non da segni di vita perché devi recuperare i dati persi: sappi che dovrai smontare il disco fisso per poi installarlo su un altro computer oppure usarlo esternamente con un box.

La CPU o processore, è una componente fondamentale come RAM, scheda madre ed alimentatore, per consentire il corretto avvio del computer.

Infine, l’alimentatore ATX (che ti mostro qui in basso) è colui che fornisce l’energia elettrica alla motherboard e quindi a tutto l’hardware installato nel case.

 

Ovviamente non basta un articolo per poter spiegare tutto ciò che c’è all’interno di un computer, ma in questa guida puoi trovare le informazioni basilari per sapere come smontare un PC fisso e riconoscere l’hardware.

Articolo scritto da Mr. Nerd • 5 settembre 2017 • Guide computer

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *