Sfondo nero su smartphone: perché impostare un background nero?

Ognuno di noi ha almeno un amico guru dell’informatica a cui avrà chiesto “come posso far durare di più la batteria del mio smartphone?” e quasi sicuramente il suggerimento sarà stato di utilizzare uno sfondo nero. A questa risposta sarai rimasto leggermente perplesso e di conseguenza ti sarà venuto il dubbio se tutto ciò fosse vero o meno. Avrai eseguito diverse ricerche su internet fino a quando non sei approdato sul nostro sito a leggere questo articolo.

Iniziamo subito col dire che utilizzare uno sfondo scuro ha i suoi vantaggi solo su determinati dispositivi, infatti non vale per tutte le tipologie di cellulari. Per sapere se sia veramente utile oppure no bisogna conoscere la tecnologia su cui è basato il display del nostro smartphone.

Infatti devi sapere che esistono due principali tipologie di schermi, gli LCD e gli AMOLED. Di quest’ultima categoria avrai certamente sentito nominare i più diffusi Super Amoled, installati sulla maggior parte dei dispositivi mobili Samsung. Questi pannelli, più costosi rispetto a quelli LCD, sono costituiti da diodi organici a emissione di luce a matrice attiva, infatti il loro acronimo è Active-Matrix Organic Light-Emitting Diode.

Procediamo però con ordine e andiamo a vedere nel dettaglio le due tipologie di schermi che troviamo in circolazione. I display LCD sono quelli più diffusi sul mercato e sono anche più comunemente conosciuti come schermi a cristalli liquidi. Tra questi rientrano i Retina Display, montati su tutti i modelli di iPhone ad eccezione di iPhone X che possiede un pannello Amoled prodotto da Samsung, e gli IPS che quasi sicuramente avrai letto almeno una volta consultando le specifiche tecniche degli smartphone.

Le immagini mostrate sui display LCD non emettono luce, bensì vengono illuminate da alcuni pannelli posizionati sotto di essi. In questo modo la luce attraversa i vari strati consentendo all’utente di visualizzare lo schermo con una luminosità più o meno intensa, questo in base al settaggio scelto. Proprio per tale motivo tutte le immagini riprodotte dagli schermi LCD, comprese quelle nere, consumeranno lo stesso quantitativo di energia, dunque impostando uno sfondo nero sullo smartphone non ci sarà alcun giovamento sulla durata della batteria.

Come anticipato qualche riga sopra l’altra tipologia di display è quella degli Amoled che, a differenza dei pannelli LCD, gode di “luce propria”, ovvero ogni singolo pixel viene attraversato dalla corrente che lo fa brillare. In questo modo ogni volta che un pixel è di colore nero significa che sarà a tutti gli effetti spento e quindi non consumerà alcuna corrente. Dunque se andassimo ad impostare uno sfondo nero, o comunque un’immagine con colori scuri, noteremo un effettivo miglioramento della durata della batteria.

Pertanto possiamo concludere dicendo che il nostro amico guru aveva ragione, ma solamente in parte. Infatti, come abbiamo visto, gli sfondi o più in generale i temi con colorazione scura aiutano a migliorare l’autonomia dello smartphone, solamente se ha un display AMOLED.

Naturalmente è impensabile aspettarsi dei cambiamenti drastici o pensare di non ricaricare il telefono per intere settimane perché non sarà così. Ad ogni modo ora siamo a conoscenza del fatto che, in caso avessimo un telefono con schermo AMOLED, potremo impostare uno sfondo nero così da concludere la giornata senza troppa paura di dover ricorrere ad una presa di corrente.

Articolo scritto da Mr. Nerd • 27 dicembre 2017 • Guide smartphone e tablet

Tags:

Commenti chiusi.